MAXIMUM LIFESPAN SocialTwist Tell-a-Friend

Sceneggiatura per il primo libro in lingua inglese

 

I telomeri, ovvero le estremità dei cromosomi, si accorciano con l'avanzare dell'età.
Attivando la telomerasi è possibile evitare molti dei problemi connessi con l'invecchiamento.

Nel 2009, il premio Nobel per la medicina è stato assegnato per la scoperta della telomerasi. Ma il 99% dei medici non hanno mai sentito parlare.

Il dott. Park, l'autore di Maximum Lifespan, assume un attivatore della telomerasi chiamato TA-65 da ormai quasi due anni.

Per saperne di più, visita il sito www.RechargeBiomedical.com

A livello microscopico la cognizione può essere ridotta a mere interazioni chimiche, per cui il libero arbitrio potrebbe essere un'illusione.

La nostra esperienza soggettiva della coscienza ci dice però che in realtà facciamo delle scelte, plasmando in questo modo il mondo che ci circonda.

Nel 1996 David Chalmers ha definito questa difficoltà a spiegare la coscienza "il problema difficile della coscienza".

Il filosofo australiano ritiene infatti che sia difficile comprendere le nostre esperienze soggettive, o qualia, semplicemente come somma di processi neurologici.

D'altra parte le idee, le lingue e gli ecosistemi possono anche essere considerati dotati di una "vita propria", che può avvicinarsi a qualcosa di simile alla coscienza per quanto riguarda il comportamento deliberato e l'auto-consapevolezza.

Il DNA è un linguaggio universale che, utilizzando solo quattro tipi di molecole, è in grado di codificare i programmi per far crescere, mantenere e uccidere qualsiasi organismo, da un batterio unicellulare a un uomo adulto.

Ogni cellula dotata di nucleo contiene l'intera libreria software, ma perde la capacità  di diventare qualsiasi tipo di cellula attraverso un processo chiamato differenziazione. La differenziazione fa sì che si attivino alcuni "interruttori" che determinano la forma e la funzione della cellula in base alle necessità.

L'ingegneria genetica è possibile da molto tempo grazie all'utilizzo degli strumenti propri di virus e batteri. Ora che l'uomo è in grado di leggere e scrivere rapidamente il codice del DNA, gli unici limiti all'ingegneria genetica sono quelli imposti dalla nostra comprensione della grammatica della natura e dai nostri vincoli etici.